Il mondo del sublimatico

Dal 2011 abbiamo affrontanto il mondo della stampa sublimatica con l’introduzione di una stampante D-GEN da 160 di luce stampa a sublimazione diretta.

dijisubl

La stampa ha presentato subito serie difficoltà, per l’approcio molto differente rispetto al mondo della stampa di grande formato digitale . Il tessuto infatti è un materiale molto complesso da stampare, pieno di variabili da mettere in conto per stampare al meglio e senza problemi sia per l’operatore, sia per il cliente che si aspetta di ricevere il materiale perfettamente stampato e nei tempi prestabiliti.

Questo plotter da stampa ci ha permesso di penetrare un mondo fino ad allora sconosciuto. Abbiamo potuto sperimentare la stampa di:

  • Bandiere a forma di goccia
  • Bandiere a forma di vela
  • Bandiere a pinna
  • Bandiere classiche
  • Tessuti elasticizzati per espositori per fiere
  • Bean flag
  • Totem pubblicitari

Siamo riusciti a introdurre ed affiancare ai nostri classici espositori pubblicitari, altri espositori e sistemi pubblicitari alternativi, aumentando la gamma di prodotti offerti sul nostro mercato.

La stampa diretta ha dei vantaggi:

  1. Facilità d’impiego. In pochi giorni, grazie ad un tecnico preparato, il nostro operatore è stato in grado di stampare circa il 75% dei materiali in modo corretto.
  2. Basso investimento. con cifre non troppo abbiamo installato macchina da stampa e accessori per cominciare la produzione di tessuti e flag banner.
  3. Costi di gestioni bassissimi. La macchina, e l’intero processo produttivo hanno costi di gestione bassi, grazie all’affidabilità del plotter e al numero di materiali impiegati.

Non è tutto rose e fiori, abbiamo avuto anche notevoli svantaggi:

  1. Colori poco brillanti. La stampa diretta transfer è facile da gestire ma restituisce dei colori poco brillanti e poco penetranti.
  2. Molto scarto. tra l’ingresso del materiale nel plotter,  passaggio nel forno e successiva uscita in fase di termine lavoro, la stampa perde circa 4 mt. lineari totali di materiale da stampa.
  3. Materiale poco stabile. Le bobine ordinate dai vari nostri fornitori, (anche diversi provati nel corso degli anni) hanno sempre creato moltissimi problemi di trascinamento tra plotter e forno, costringendo l’operatore a seguire minuto per minuto la fase di stampa senza abbandonare la postazione per compensare gli spostamenti a destra e/o sinistra del materiale da stampa.

Tutto questo ci ha permesso di fare notevole esperienza e nel marzo 2016, dopo 5 anni di utilizzo della nostra D-GEN, abbiamo sentito la necessità di aumentare la qualità della stampa e risolvere alcuni inconvenienti, passando alla tradizionale stampa sublimatica.

Abbiamo scelto il binomio:

  • EPSON SC-F9200 (link)
  • CALANDRA MONTI ANTONIO 75T (link)

mod_853_big surecolor-f9200-7-jpg

Ora possiamo fornire Km. di stampa perfetta con colori brillanti e altamente penetranti (per tessuti flag) di bandiere classiche, beach flag e bandiere a goccia.

Ampliato notevolmente la gamma di tessuti da stampare e introdotto la possibilità di stampare anche maglie da ciclismo e sportive in generale avendo la gestione delle confezioni interne.